MOTORE A RILUTTANZA

I motori a riluttanza sono una tipologia di motore elettrico che induce poli magnetici non permanenti sul rotore ferromagnetico. Essi rappresentano una soluzione vantaggiosa, sia per l’evoluzione nella progettazione sia per i ridotti costi della produzione, ai motori a induzione e ai motori con magneti in terre rare, perché presentano una maggiore potenza operativa e un efficientamento del motore e della classe energetica (IE5).

 

 

I motori a riluttanza non furono utilizzati su larga scala, fino all’inizio del ventunesimo secolo, a causa dell’elevata complessità nelle fasi progettuali e di controllo; tuttavia, grazie all’innovazione tecnologica fu possibile superare questi ostacoli e fu possibile controllare in tempo reale il calcolo dell’andamento delle forme d’onda in base alla posizione del retore e disporre di un feedback corrente-tensione.

 

Dalla collaborazione tra EMACH LCC & MATE s.r.l., è nata una nuova categoria di motori a riluttanza SynRM che presentano ulteriori aspetti innovativi rispetto agli altri motori SynRM disponibili sul mercato grazie all’utilizzo di una ampia e robusta base a croce del nucleo del rotore, la quale consente a quest’ultimo di sopportare la maggior parte del carico meccanico rendendolo più affidabile e resistente a eventuali sovraccarichi meccanici; inoltre, per una maggiore garanzia dell’affidabilità del modello, lo spessore delle nervature nel rotore è stato aumentato, mentre, l’ondulazione delle coppia è stata diminuita.

 

 

In aggiunta alla superiorità energetica, i motori a riluttanza sono vantaggiosi da un punto di vista del peso, inferiore del 16% rispetto ai motori a induzione, della velocità, molto superiore rispetto a quella raggiungibile dai motori con magneti in terre rare e, del costo di produzione ridotto, anche grazie all’assenza della gabbia dello scoiattolo e dei magneti in terre rare.

 

 

A supporto di questo sono stati condotti numerosi test empirici che dimostrano in maniera oggettiva la superiorità tecnica e operativa dei motori a riluttanza:

 

 

Confronto sperimentale tra motore sincrono a riluttanza e motore a induzione (IE3)
Confronto sperimentale del nostro motore sincrono a riluttanza e motore sincrono a riluttanza IE4 disponibile in commercio

 

Confronto sperimentale della riluttanza sincrona motore e il motore sincrono con magneti in terre rare

 

Risparmio energetico utilizzando il SynRM ad alta efficienza energetica in una pompa invece dei motori a induzione IE2 e IE3

 

Secondo analisi di mercato, i motori a riluttanza vedranno, nel prossimo futuro, una crescita esponenziale nel loro utilizzo e nell’ulteriori modernizzazione dell’iter per la loro progettazione e successiva realizzazione. Per questo EMACH LCC & MATE s.r.l. hanno deciso di farsi promotori di questa nuova evoluzione nel campo dei motori a riluttanza.

Leave a comment